100 giorni. Ci vediamo Venerdì 30 settembre.

100giorni

100 giorni. Sono i primi 100 giorni del governo del Movimento 5 Stelle a Roma e nel Municipio IX. 100 giorni in cui abbiamo preso le misure di una nuova amministrazione che si sta muovendo nelle contraddizioni create da se stessa.
Mentre la città chiede cambiamento, la sensazione è che chi dovrebbe governare il cambiamento sia impegnato a risolvere problemi interni, o peggio, equilibri di potere.
Ma adesso “governano loro”.
Dall’altra parte però ci siamo noi, persone democratiche, attivisti, simpatizzanti, iscritti a partiti o associazioni che si riconoscono in un Municipio e in una città aperta, giusta, innovativa e che vogliono farlo ogni giorno di più, anche se sembra difficilissimo.
Una sconfitta elettorale, per chi vede la politica come reale servizio nei confronti della collettività, è una pagina, non un libro. A maggior ragione adesso dobbiamo fare quello che spesso la politica non è stata capace di fare: ammettere di aver sbagliato e riconoscere che le soluzioni adottate quando siamo stati al governo non sono state sufficientemente di rottura rispetto al passato.
Sarebbe però fine a se stesso fermarsi o peggio piangersi addosso. Perché tanti ci chiedono impegno, e perché c’è un Municipio e una città che ha bisogno di risposte e ha bisogno di tornare a credere in una politica seria, onesta, veloce.
Il nostro compito sarà quello di continuare a dar voce alle storie, alle realtà, ai mondi o ai semplici cittadini che tanto stanno dando a Roma e al Municipio IX.
Ecco, bisogna ripartire da qui. Bisogna ripartire dal dialogo e non da una politica fatta di tifo da stadio. C’è bisogno – un enorme bisogno – di unire le forze migliori di una comunità e non di dividerle.
Vogliamo infatti che le centinaia di persone che in questi anni e nelle settimane della campagna elettorale hanno dato un contributo di idee, immaginazione e coraggio siano le solide fondamenta per costruire un’idea di città che faccia tornare a “respirare” i suoi cittadini.
#civediamoil30 è però un appuntamento aperto anche a tutti quelli che hanno scelto di non votare alle ultime amministrative: sono troppi i romani, davvero troppi, che hanno lasciato ad altri il destino della città più bella del mondo. Romani che non si sono espressi ma che hanno a cuore la città e hanno diritto di ritornare a credere che le cose possano cambiare in meglio.
In queste settimane in tanti hanno detto “vediamoci”.
Vediamoci, appunto. Lasciando per un attimo la tastiera, lasciando per un attimo le curve da tifoseria che tarpano le ali alla partecipazione. Proviamo ad ascoltarci. Punto.
Venerdì 30 settembre (alle 17.30 al centro sportivo “zero9”, Via Cina 91), in sostanza, sarà un pomeriggio per rimettere in ordine quanto successo fino ad oggi, per discutere, ma soprattutto per fare. Saranno presenti i consiglieri di opposizione eletti in Municipio, chi si è candidato, le associazioni e singoli cittadini che non si riconoscono nel modo e nei modi del governo a 5 Stelle.
Perché Roma ha un bellissimo bisogno di fare e di non rimanere fermi, con le mani in mano. E noi siamo qui per questo.
Ci vediamo il 30.
Vi aspettiamo, Andrea e Luisa

26 SETTEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE SULLA CONTRACCEZIONE

26-settembre-volantino

 

ADESSO BASTA! con il depotenziamento sistematico dei consultori nella nostra Regione ridotti progressivamente   nel numero e nel personale

ADESSO BASTA!  con l’inadempienza illegale di troppi ospedali sull’applicazione della 194 che, ricordiamolo, dal 1978 è legge dello stato

ADESSO BASTA!  con una obiezione di coscienza senza regole né trasparenza

CHIEDIAMO

  • il potenziamento e rilancio dei consultori pubblici per garantire una prevenzione e contraccezione sicura e gratuita in tutta la Regione, con particolare attenzione ad una corretta informazione sessuale nelle scuole e ad un programma di sensibilizzazione rivolto a tutta la popolazione.
  • un impegno concreto e costante per l’applicazione della legge 194 in ogni sua parte e in tutti gli ospedali, con verifiche annuali sull’operato dei Direttori Generali.
  • l’accesso gratuito alla RU486 in day hospital fino a 63 giorni (9 settimane) come avviene in tutta Europa

AUTODETERMINAZIONE SEMPRE E OVUNQUE

 

UDI Romana “La Goccia” e  UDI Monteverde

prime adesioni :  Casa Internazionale delle Donne, Rete Io Decido, Coord. Donne Fisac-CGIL, LAIGA,

Il Programma    La Richiesta