Geometriepaesagginmovimento

Pubblicato da Luisa Laurelli su Sabato 25 novembre 2017

 

Pubblicato da Luisa Laurelli su Sabato 25 novembre 2017

Madri a Rendere

madriarendere

Madri a rendere

Il primo romanzo di Beatrice Tauro, abruzzese di nascita e romana di adozione, blogger, appassionata di lettura, scrittura e viaggi, sempre alla ricerca del confronto interculturale.

Anna, Cecilia, Francesca ed Elena. Quattro amiche ai tempi dell’università che si sono perse di vista e che si ritrovano dopo oltre dieci anni di lontananza per trascorrere insieme un fine settimana all’insegna dei ricordi, dei rimpianti e dei rancori.

Nel corso di un fine settimana che le vede di nuovo tutte insieme, le quattro donne si raccontano, confrontando i reciproci vissuti, la diversa quotidianità che le contraddistingue, facendo emergere le differenti esperienze di vita, con gli amori sbagliati, le maternità desiderate e negate, le relazioni familiari e le esperienze professionali.

In un crescendo di condivisione che supera l’iniziale diffidenza, le quattro donne si renderanno protagoniste di scelte davvero rivoluzionarie per le loro esistenze, su un percorso trasgressivo e profondamente umanitario insieme, lanciando una sfida a viso aperto alle convenzioni e agli stereotipi della società tradizionale, valorizzando un concetto di famiglia che può assumere anche delle accezioni insolite e talvolta bizzarre.

Domenica 5 marzo ore 17.30 presso il Centro Socio Culturale Affabulazione

Piazza Marco Vipsanio Agrippa, 7 –  Lido di Ostia

L’autrice ne parlerà con Claudia Bonadonna, giornalista di Rai Cultura

Interverrà Manuela Campitelli Presidente Ass. Punto D, giornalista e blogger de Il Fatto Quotidiano e diwww.genitoriprecari.it

IL CAMBIAMENTO POSSIBILE

il-cambiamento

IL CAMBIAMENTO POSSIBILE COMPRENDERE E GUIDARE IL CAMBIAMENTO NELLA SOCIETÀ CONTEMPORANEA di Letizia Ciancio

Giovedì 15 dicembre ore 18 Campidoglio, Piccola Protomoteca

Cosa significa ‘cambiare’? Perché desideriamo il cambiamento ma allo stesso tempo vi opponiamo resistenza? Perché da soli ci comportiamo in un modo e nel gruppo agiamo diversamente? La vita è cambiamento per definizione, perché vivere impone di adattarsi a una realtà in continua evoluzione. Il punto non è quindi il cambiamento in sé (che comunque avviene), ma la direzione, creativa e unica, che intendiamo conferirgli. Occorre dunque, per poterlo governare al meglio, imparare a conoscerne le molteplici implicazioni psichiche: cosa attiva nel cervello del SINGOLO e cosa provoca nel GRUPPO sociale. E da questa rinnovata consapevolezza e prospettiva, osservare quale sia oggi, nella complessità contemporanea, il cambiamento ‘possibile’.

Una Nubile di Troppo per la Stella di Lorenzo

 

Un evestellanto organizzato per proseguire un progetto di screening per la prevenzione di malattie cardiache gia’ in tenera eta’, che ho avviato lo scorso anno scolastico in alcune scuole per infanzia del IX Municipio, assieme al Bambino Gesù e all’associazione La stella di Lorenzo. Liberamente tratto dalla commedia comica “Assassinate la zitella”, questo spettacolo, presentato dalla Compagnia teatrale “Rifornimento in volo” sarà l’occasione per scambiarci gli auguri di Natale e di un felice anno nuovo.

I biglietti per lo spettacolo, organizzato per sostenere il nostro progetto di prevenzione delle aritmie pericolose si acquistano solo in prevendita per evitare file e faciliare l’afflusso degli spettatori nel teatro.
Per informazioni e prenotazioni, basta cliccare il tasto qui a fianco, oppure mandare una mail a eventi@lastelladilorenzo.org o telefonare al numero 3485545641. Grazie e arrivederci al 2 dicembre prossimo.

100 giorni. Ci vediamo Venerdì 30 settembre.

100giorni

100 giorni. Sono i primi 100 giorni del governo del Movimento 5 Stelle a Roma e nel Municipio IX. 100 giorni in cui abbiamo preso le misure di una nuova amministrazione che si sta muovendo nelle contraddizioni create da se stessa.
Mentre la città chiede cambiamento, la sensazione è che chi dovrebbe governare il cambiamento sia impegnato a risolvere problemi interni, o peggio, equilibri di potere.
Ma adesso “governano loro”.
Dall’altra parte però ci siamo noi, persone democratiche, attivisti, simpatizzanti, iscritti a partiti o associazioni che si riconoscono in un Municipio e in una città aperta, giusta, innovativa e che vogliono farlo ogni giorno di più, anche se sembra difficilissimo.
Una sconfitta elettorale, per chi vede la politica come reale servizio nei confronti della collettività, è una pagina, non un libro. A maggior ragione adesso dobbiamo fare quello che spesso la politica non è stata capace di fare: ammettere di aver sbagliato e riconoscere che le soluzioni adottate quando siamo stati al governo non sono state sufficientemente di rottura rispetto al passato.
Sarebbe però fine a se stesso fermarsi o peggio piangersi addosso. Perché tanti ci chiedono impegno, e perché c’è un Municipio e una città che ha bisogno di risposte e ha bisogno di tornare a credere in una politica seria, onesta, veloce.
Il nostro compito sarà quello di continuare a dar voce alle storie, alle realtà, ai mondi o ai semplici cittadini che tanto stanno dando a Roma e al Municipio IX.
Ecco, bisogna ripartire da qui. Bisogna ripartire dal dialogo e non da una politica fatta di tifo da stadio. C’è bisogno – un enorme bisogno – di unire le forze migliori di una comunità e non di dividerle.
Vogliamo infatti che le centinaia di persone che in questi anni e nelle settimane della campagna elettorale hanno dato un contributo di idee, immaginazione e coraggio siano le solide fondamenta per costruire un’idea di città che faccia tornare a “respirare” i suoi cittadini.
#civediamoil30 è però un appuntamento aperto anche a tutti quelli che hanno scelto di non votare alle ultime amministrative: sono troppi i romani, davvero troppi, che hanno lasciato ad altri il destino della città più bella del mondo. Romani che non si sono espressi ma che hanno a cuore la città e hanno diritto di ritornare a credere che le cose possano cambiare in meglio.
In queste settimane in tanti hanno detto “vediamoci”.
Vediamoci, appunto. Lasciando per un attimo la tastiera, lasciando per un attimo le curve da tifoseria che tarpano le ali alla partecipazione. Proviamo ad ascoltarci. Punto.
Venerdì 30 settembre (alle 17.30 al centro sportivo “zero9”, Via Cina 91), in sostanza, sarà un pomeriggio per rimettere in ordine quanto successo fino ad oggi, per discutere, ma soprattutto per fare. Saranno presenti i consiglieri di opposizione eletti in Municipio, chi si è candidato, le associazioni e singoli cittadini che non si riconoscono nel modo e nei modi del governo a 5 Stelle.
Perché Roma ha un bellissimo bisogno di fare e di non rimanere fermi, con le mani in mano. E noi siamo qui per questo.
Ci vediamo il 30.
Vi aspettiamo, Andrea e Luisa

Ricordando i 40 anni degli asili nido

asili

40 anninidi

Una iniziativa che ricorda 40 anni dalla nascita degli asili nido a Roma e una delle maestre più amate Marilena che non c’è più, ripercorrendo la storia attraverso il suo sguardo. Luisa Laurelli farà un excursus storico sulla situazione dei nidi. L’evento avrà luogo Giovedì 25 Febbraio 2016 presso la sala consiliare IX Municipio, Largo Peter Benenson.

Crazy Sisters

CRAZ. SIST. Cecchignola 2
Il giorno 14 febbraio la Compagnia Rifornimento in volo di Colleverde, effettuerà presso la Chiesa di San Giuseppe da Copertino, in via dei Genieri 12, uno spettacolo musicale in favore della Casa di Heidi per l’emergenza freddo di via Comisso.Tale spettacolo ha come obiettivo quello della solidarietà e quindi dopo aver parlato con Don Paolo siamo entusiasti di poter collaborare alla raccolta di fondi utili che saranno sicuramente ben impiegati.
lo spettacolo “Crazy Sisters”avrà inizio alle ore 17,30